VENDITA DISPOSITIVI PER IL CONTRASTO COVID-19

vendita mascherine certificate made in italy

Mascherine certificate monouso made in Italy in confezioni da 25pz o 50pz, da € 0,40

Mascherine certificatecon possibilità di personalizzazione della grafica – da € 0,40

Gel igienizzante mani in bustine monodose da 2ml con grafica personalizzata – 5.000pz € 990

colonnina portagel igienizzante mani dispencer

Colonnina in acciaio multiuso dispencer igienizzante, ripiano porta guanti, ripiano porta mascherine – € 150,00

Segnaletica orizzontale in PVC adesivo calpestatile e roll-up avvolgibili

barriere plexyglass antifiato maschere viso protezione certificate

Barriere in plexiglas di vari formati – da € 75,00 – Visiere di protezione certificate uso chirurgico con spugna antibatterica + elastico – da € 15,00

NOLEGGIO E VENDITA GENERATORI DI OZONO PORTATILI

L’OZONO
L’ozono è una molecola costituita da tre atomi di ossigeno di formula chimica O3. Già Omero, in alcuni canti dell’Iliade, descriveva l’odore aspro e pungente che l’aria acquisiva al passaggio di un temporale. Verso la fine del XVIII secolo fu notato che lo stesso odore si presentava nelle vicinanze di alcune macchine elettriche, e attribuito all’elettricità dell’aria.
Solo nel 1840, il chimico Christian F. Schönbein (1799-1868), professore all’Università di Basilea, intuì che lo strano odore era dovuto alla presenza nell’aria di un gas denominato “ozono” che si formava a seguito del rilascio di scariche elettriche nell’aria durante i temporali, e ad esso fu assegnato il termine “ozono” (dal greco ozein: “che ha odore”). All’epoca, Schönbein riteneva che questa molecola fosse monoatomica (composta da un solo atomo) e solo nel 1866 il chimico francese Jacques Soret ne dimostrò la vera forma triatomica (composta da tre atomi).
L’ozono è un forte agente ossidante, capace di reagire con sostanze organiche dotate di doppio legame (insature) e questa sua caratteristica è stata prontamente utilizzata in molti processi di trattamento dell’acqua e dell’aria. Il suo effetto battericida, fungicida e inattivante dei virus, è noto da lungo tempo (Sonntag, 1890). Dal 1906 esiste a Nizza il primo impianto di purificazione delle acque municipali con ozono. Sino a oggi grandi città come Amsterdam, Mosca, Parigi, Torino, Firenze, Bologna e Ferrara possiedono impianti che forniscono acqua potabile prelevata da fiumi e trattata con ozono. Il vantaggio dell’ozono rispetto a prodotti che sviluppano cloro libero, utilizzati spesso per la potabilizzazione dell’acqua, è che il primo sterilizza nettamente meglio sia nei confronti dei batteri sia dei virus; inoltre l’ozono non altera le caratteristiche dell’acqua, in particolare il sapore, e genera una minore quantità di sottoprodotti dannosi.
A convalida dell’assoluta compatibilità dell’ozono, nelle giuste misure con le attività umane, dal 26 giugno 2001 la FDA – Food and Drug Administration – ammette l’impiego di ozono anche nei processi produttivi dell’industria alimentare.

L’OZONO PER LA SANIFICAZIONE E LA DISINFEZIONE
Il metodo si basa sull’immissione controllata di ozono (O3) negli ambienti da trattare con lo scopo di abbattere totalmente le cariche batteriche e virali contaminanti. L’ozono permette la completa e totale disinfezione di ogni tipo di superficie e ambiente, eliminando batteri, virus, muffe e acari presenti anche nei punti più nascosti e difficilmente raggiungibili con un classico lavaggio benché assolutamente accurato. Il vantaggio dell’ozono è che a differenza di altri prodotti disinfettanti non lascia residui di alcun genere; l’ozono, dopo aver svolto la sua azione ossidante, si ritrasforma naturalmente e completamente in ossigeno entro pochi minuti dall’uso.